Recensioni film in sala

Okja - Recensione

Secondo film di produzione statunitense per il sudcoreano Bong Joon-ho, dopo Snowpiercer, e secondo anche in compagnia di Tilda Swinton, qui in veste anche di produttrice. La storia di Okja, distribuito da Netflix solo sulla sua piattaforma a partire dal 28 giugno, è lastricata di buoni sentimenti, rendendola così molto vicina alle famiglie ma distante da chi ha apprezzato in passato lo stile del regista

Sieranevada - Recensione

Giunge in sala Sieranevada, ultima fatica di Cristi Puiu, un racconto famigliare specchio delle incertezze, delle paure e della confusione di un Paese ancora alla ricerca della sua verità storica

Wonder Woman - Recensione

Wonder Woman - 2016 - RecensioneArriva in sala un nuovo tassello dell’universo cinematografico DC. Poche meraviglie e molta convenzionalità in un cinecomic che fatica a coinvolgere realmente lo spettatore

On the Milky Road - Sulla Via Lattea - Recensione

On the Milky Road - Film - 2016 - Emir Kusturica - RecensioneEmir Kusturica torna dietro la macchina da presa dopo anni per raccontare l'amore, la passione e i sentimenti che riescono a sovrastare la brutalità della guerra. Per spiegare ciò, utilizza la simbologia della natura e degli animali e una fantasia che a volte appare esagerata e fine a se stessa

Guardiani della Galassia Vol. 2 - Recensione

Guardiani della Galassia Vol. 2 - James Gunn - 2017Tornano le avventure dei Guardiani della Galassia, l'insolito gruppo di eroi che riunisce i personaggi più anticonvezionali dell'universo Marvel. Un nuovo divertente episodio che ripropone con spirito scanzonato e dissacrante la stessa riuscita miscela di humour e azione

Personal Shopper - Recensione

Olivier Assayas firma un film dalla narrativa stratificata e complessa, in cui storie e sentimenti abitano e posseggono altre storie e altri sentimenti. Grande libertà e grande cinema premiato per la miglior regia al Festival di Cannes 2016

Miss Sloane - Giochi di potere - Recensione

Il talento di Jessica Chastain, protagonista assoluta del film, non basta a sollevare dalla mediocrità un thriller politico che prova a raccontare il mondo delle lobby. Colpa di personaggi secondari prevedibili e di uno sviluppo narrativo piatto, didascalico ed eccessivamente verboso
Sottoscrivi questo feed RSS

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni, leggi la Cookies policy.